Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

venerdì 2 settembre 2016

Il sisma all'italiana di Charlie Hebdo


L'idea alla base della vignetta è ottima, ma fraintendibile perché poco chiara. Si può intendere facilmente l'ironia su chi è già pronto a "mangiare" sui morti, ma è meno immediato dedurre la critica al nostro costruire edifici di sabbia (penne gratinate) stabili come fossero fatti di lasagne. Nella stessa pagina è presente la freddura "non si sa se il terremoto abbia urlato Allah U Akbar prima di colpire", che io interpreto come una critica al dare sempre la colpa al nemico esterno senza mai farsi un esame di coscienza.
Quindi no, la vignetta di Charlie Hebdo non mi piace, ma per una mera questione stilistico-espressiva, ossia per l'incapacità di comunicare bene il proprio messaggio. Che poi possa risultare di cattivo gusto è irrilevante: la satira non deve essere politicamente corretta, altrimenti non smuove nessuno. Per ulteriori chiarimenti, rivolgersi ad Aristofane e a Dante.

Edit: nuova vignetta. 

CVD.