Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

martedì 17 novembre 2015

Oriana Fallaci NON aveva ragione

Non tutti gli islamici sono terroristi, ma tutti i terroristi sono islamici.
- Oriana Fallaci -
Puntuale come un orologio svizzero, questa citazione ricomincia a girare sui social dopo ogni attentato di matrice islamica. Care mie scimmie urlatrici entrate in loop con "Oriana aveva ragione!!11!!1!!", mi permetto di dissentire. A tal proposito, cito una dichiarazione di Ettore Ferrini che, nonostante faccia per lo più satira (sul "Vernacoliere"), stavolta ha usato un tono piuttosto serio:
Il più grande genocidio della storia contemporanea è stato commesso in Ruanda, nel 1994. Parliamo di 800.000 morti in un massacro perpetrato dagli Hutu, di fede cattolica. Il Vaticano, ovviamente, trasferì i sacerdoti criminali in Europa, per proteggerli. Fra questi padre Athanase Seromba, che fece demolire con le ruspe la sua chiesa in cui aveva appena rinchiuso 2.000 persone promettendo loro rifugio. Dopo la strage i monaci cattolici lo aiutarono a fuggire, cambiò nome, e se ne venne a fare il prete a Firenze.
Poi abbiamo l'Uganda, dove l’Esercito di Resistenza del Signore, [composto da] guerriglieri ultra-cattolici, ha ucciso circa 20.000 persone. Sono stati accusati di crimini contro l’umanità, massacri, rapimenti, mutilazioni, torture, stupri e messa in schiavitù a fini sessuali.
Anche in centro Africa i massacri per mano dei cristiani contro le minoranze islamiche sono numerosi, uno su tutti quello attualmente in corso degli anti-Balaka. Ma non è certo una novità, basti pensare alle stragi dei Cristiani Maroniti ai danni dei musulmani palestinesi e libanesi a Karantina (1.500 vittime civili) o a Tel al-Zaatar (3.000 vittime civili), così come al noto massacro di Sabra e Shatila in cui furono torturati, stuprati e uccisi dalla milizia cristiana 3.500 civili rifugiati palestinesi. Ci sono molte foto dei cattolici che brandivano crocifissi durante il massacro.
Ricorderete poi tutti Anders Behring Breivik che nel 2011 uccise 77 persone, autoproclamandosi “salvatore del Cristianesimo”. E rammentate Eric Robert Rudolph? Membro del movimento ultracattolico Christian Identity, fece un attentato alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996 con 111 feriti ed un morto e nel 1997 mise tre bombe in altrettante cliniche per aborti un'altra in un bar per lesbiche.
Notevole anche Scott Roeder, che nel 2009 uccise George Tiller, medico abortista, addirittura durante la funzione religiosa della domenica. Stessa sorte toccò al medico Bayard Britton, ucciso dall'estremista cristiano Reverendo Paul Jennings Hill. Anche se il più noto in questo campo è James Charles Kopp, un vero serial killer di medici abortisti. Tutti più o meno legati al movimento terroristico cristiano “Army of God”.
E niente, mi stavo chiedendo:
A) dove posso trovare un libro di Oriana Fallaci sull'argomento.
B) se non sarebbe il caso di espellere tutti i cattolici dall'Italia.
C) perché non ve ne andate affanculo.
Per saperne un po' di più, vi consiglio di leggere il post "Il Terrorismo Cristiano nel mondo e genocidi cristiani" del blog di Matteo Flora. In calce sono indicate le fonti che ha usato.

Vorrei inoltre ricordare che attualmente l'India è scossa da un'ondata di violento fondamentalismo induista, che la strage di blogger laici in Bangladesh la si deve anche a fanatici induisti e che in Myanmar e Sri Lanka il fondamentalismo buddista si sta scagliando contro le minoranze religiose. E mentre accade tutto questo, l'argine più forte all'avanzata dell'ISIS è rappresentato dalla resistenza curda, tra cui spiccano tante donne musulmane. E noi che facciamo? Anziché sentirci tutti cittadini di Kobane, dialoghiamo con la Turchia di Erdogan, che i curdi li vorrebbe morti.

E ora, giacché mi rifiuto di prendere seriamente certe dichiarazioni folli della peggiore Fallaci, direi che è necessario ironizzare. Così:
Dalla pagina Facebook "Le Profezie di Oriana"

0 commenti:

Posta un commento