Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

domenica 23 agosto 2015

Songs of the week - 15

Questa settimana sono stato piuttosto impegnato, per cui non ho potuto rifinire il nuovo articolo di #Sophia. Lo pubblicherò questo mercoledì, no problem. E anzi, dalla settimana entrante ci saranno delle novità. 
Ma tornando in topic, negli ultimi sette giorni quali brani musicali mi hanno martellato il cervello?
  • Un singolo del secondo album della mia artista pop preferita, che qui si destreggia tra suggestioni sinfoniche e richiami jazz;
  • Il nuovo singolo del progetto solista di uno dei Two Steps From Hell, caratterizzato da un'orchestra hollywoodiana e da melodie vocali pop;
  • Un brano molto melodico che una band folk metal ha dedicato ai paesaggi svizzeri. Complice l'esistenza di una versione in lingua italiana, mi ha fatto venire voglia di tornare in Piemonte.

Susanne Sundfør - Turkish Delight
The moon lingers on and shines down upon the shroud that covers both the living and the dead of a forgotten empire. Better kneel, better kneel down before the lady shadowing the sun.
[...]
Everybody's hungry for more and more and more, even though they know that Maugrim is at the door.
Everybody thought they could make it on their own, but I've seen them turn into stone.
Thomas Bergersen feat. Merethe Soltvedt - Children of the Sun
Flying too close to sun as if we're invincible...
Cannot dictate, dominate the earth that we're living on.
We can't defy the laws, cut the laws that we consummate.
Around the world, we grow weaker as we exterminate
The only thing that gives thing that brings air and life to us.
Eluveitie - The Call of The Mountains

The call of the mountains, the call of the Alps!
The call home, the tune in our hearts!

0 commenti:

Posta un commento