Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

giovedì 24 aprile 2014

Our Destiny

Ci sono persone il cui percorso si intreccia profondamente col nostro, e così nascono amori, grandi amicizie o semplicemente rapporti che ci cambiano nel profondo. Talvolta accade, però, che si verifica una frattura, quindi ci si separa (probabilmente) per sempre. Ma che senso ha rinnegare il passato e fingere che non sia mai successo nulla? Che senso ha fingersi estranei? Bruciare le foto e cancellare i messaggi ha senso solo all'inizio, quando si sta male per la separazione. Ma dopo? Una volta che si è andati avanti, una volta che il passato è diventato davvero tale, che senso ha fingere di non ricordare più chi sia l'altro? Francamente lo trovo un atteggiamento infantile e superficiale. Non si può cancellare il passato, non si può cancellare ciò che è stato! E probabilmente è meglio così, dato che solo riflettendo sugli errori fatti si può crescere e progredire.
Io non rinnego nulla, non rinnego il mio passato, non rinnego ciò che c'è stato tra me e altre persone. Io non ho bisogno di cancellare le foto o di fingere che certe persone non siano mai esistite. In fondo noi non siamo forse il prodotto del nostro vissuto? E poi, dopo che le vite di due persone si sono incrociate, una volta separate non saranno più come prima. Noi portiamo dentro le impronte di tutti coloro che ci hanno colpito e di tutto ciò che abbiamo vissuto, rinnegarlo è da persone mediocri. Il problema è che certe persone sono sempre state mediocri, solo che spesso tendiamo ad accorgercene troppo tardi. E rimaniamo delusi.
So hard to face what we’ve done wrong
We shared a life that can’t be
We cannot hide from destiny
[Epica - Our Destiny]

0 commenti:

Posta un commento