Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

mercoledì 7 novembre 2012

Profilo d'Autore: Carlton Mellick III

Vita:
Nato a Phoenix il 2 luglio 1977, Carlton Mellick III è un autore stravagante ed eccentrico, volutamente strano ed eccessivo come il suo genere. È molto prolifico e si occupa per lo più di racconti.



Nel 1999 ha fondato la Eraserhead Press, una casa editrice specializzata nel "Nuovo Assurdismo", un sottogenere del fantasy con elementi fantascientifici e horror caratterizzato da stranezze al limite del nonsense ed elementi fortemente grotteschi. In seguito il genere ha cambiato nome in "Bizarro Fiction".

Mellick III ha studiato per anni le tecniche narrative attraverso vari manuali e saggi.
Nel 2008 ha partecipato al “Clarion West Writers Workshop”, dove ha studiato con autori del calibro di Chuck Palahniuk e Cory Doctorow.


Nel 2005 un uomo canadese è stato arrestato per aver prestato "materiale indecente" a un minorenne. 
La pietra dello scandalo non era altro che “Satan Burger”, il romanzo d’esordio di Mellick III.

Stile, contenuti e strutture tipiche:
Lo stile di Mellick III è trasparente e generalmente ben mostrato, caratterizzato da una netta preferenza per l'uso della prima persona al presente. Curiosamente, però, ogni tanto inserisce elementi "opachi" e tipicamente literary fiction.
I suoi personaggi-pov hanno voci narranti calde, coinvolgenti e personali, mentre gli altri personaggi sono quasi sempre ben caratterizzati. Il ritmo delle sue opere è spesso veloce e tagliente, anche grazie al lessico semplice e all’uso di capitoli brevissimi. Inoltre Mellick sa scegliere con cura i dettagli da descrivere e le scene da mostrare: nei suoi romanzi non c'è mai neppure una riga superflua.


I racconti e i romanzi di Mellick sono quasi sempre ricchi di ironia, satira e umorismo dissacrante. In generale lui parte da idee idiote e allucinate e riesce a costruirci storie geniali e divertenti. I suoi originalissimi romanzi abbattono i tabù, ma in modo meno eccessivo rispetto agli autori di Bizarro Fiction più vicini all’Ero Guro.

Nonostante tutto ciò, Mellick non è un autore perfetto e ogni tanto pure lui compie qualche scivolone stilistico (soprattutto infodump). Inoltre le sue storie soffrono di una certa schematicità di fondo: personaggio femminile dominante e spesso impulsivo e aggressivo, personaggio razionale ma sottomesso, elementi sessuali inquietanti ed espliciti.

Ad ogni modo è uno dei pochi autori di Bizarro Fiction che riesce spesso a creare storie coerenti e sufficientemente verosimili. Molti altri autori del genere, invece, tendono a farsi prendere la mano dai nonsense trasformando tutto in scene slegate tra di loro e spesso fini a se stesse.

Opere principali:

Warrior Wolf Women of the Wasteland
In seguito all’olocausto nucleare, McDonaldland è rimasto l’ultimo baluardo della civiltà moderna. Gli abitanti sono costretti a lavorare e mangiare da McDonald’s, la Benedetta Corporazione. Ovviamente gli abitanti sono quasi tutti grassi e non possono ribellarsi al loro destino: per i disertori è previsto l’esilio oltre il muro che circonda la città, in una desolata landa infestata da lupi mannari. Questi ultimi un tempo erano donne umane. Tutte le donne sono state colpite da una strana malattia: ogni volta che hanno un orgasmo perdono un po’ delle fattezze umane e col tempo sono destinate a trasformarsi totalmente. Proprio per questo, le donne sorprese a far sesso o a masturbarsi senza l’autorizzazione del governo vengono esiliate e condannate a trasformarsi del tutto o a essere sbranate da altre lupe mannare. A Daniel Togg, il protagonista del romanzo, sono spuntate sul petto altre due braccia. Ciò è molto grave perché il destino dei mutanti è di essere cacciati dalla città e dati in pasto alle lupe mannare.

The Haunted Vagina
Steve non riesce più a fare sesso con Stacy, la sua ragazza. Il problema è sorto quando la vagina di quest’ultima ha iniziato a emettere lamenti e sussurri strani, e non caso è abitata da un fantasma. Quando dalla vagina inizieranno a uscire cose ben più strane, Steve sarà costretto a entrarci dentro personalmente. 

The Egg Man 
In un futuro prossimo, le persone nascono come insettoni ed evolvono progressivamente in esseri umani. Tutti sono proprietà di una corporazione e devono dimostrare di valere il tempo e i soldi spesi per loro. Lincoln, un Odore, è un pittore presso la Georges Corporations, e deve dimostrare di essere in grado di produrre tele creative. Ma una serie di incontri disgustosi cambieranno la sua vita.
Questo è uno dei pochissimi romanzi di Mellick III in cui il tono non è ironico, ma triste e cupo.

The Baby Jesus Butt Plug
Questo racconto è ambientato in un mondo in cui va di moda creare artificialmente dei neonati con le sembianze di personaggi famosi per metterseli nel culo durante i rapporti sessuali. Da un anno Mary insiste affinché il marito Joe le compri un Gesù Bambino. Quando finalmente lo trovano, la vecchia proprietaria li mette in guardia: se vi metterete nel culo il Gesù Bambino, Dio vi punirà! 




(Articolo originariamente pubblicato sul quinto numero della rivista "Fralerighe - Fantastico")

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ahahahahahahah la prima foto mi ha fatto cadere dalla sedia! Che tipo! Sono curiosa, vado subito a cercare qualche suo racconto XD Se ne trovano in italiano?

Drizzt ha detto...

Quest'uomo è un genio <3 E l'ho scoperto grazie a te!

Anonimo ha detto...

Non credo mi potrebbe piacere, è troppo estremo. Forse potrei provare WWWW, dato che a quanto dicono scrive molto bene

M. G. Prometheus ha detto...

Per il primo anonimo: no, purtroppo non sono ancora stati tradotti i racconti di Mellick. C'è un solo romanzo Bizarro Fiction tradotto in italiano: "Help, a Bear is Eating Me!", ossia "Missione in Alaska". Si tratta del più innoquo tra i romanzi Bizarro Fiction, per giunta tradotto con un titolo ancora più innoquo e anonimo. Gli editori italiani sono troppo codardi per rischiare con autori geniali come Mellick. Però chi non risica non rosica, ed è per questo che in italia i buoni fantasy scarseggiano e si pubblicano quasi solamente romanzetti cloni di altri pubblicati all'estero. Gli editori italiani sono pecore che seguono le mode, non pastori che tentano di lanciarne di nuove o di ragionare sul lungo termine. Però i best-seller molto raramente sono pecore.

Drizzt, è un piacere! :)

Secondo anonimo, capisco che Mellick possa non piacere a tutti. La Bizarro Fiction è molto estrema, nulla a che vedere col New Weird (che invece è decisamente più vendibile al grande pubblico). Tu prova comunque a leggere qualcosa di Mellick, tanto il suo inglese è molto semplice e i suoi racconti costano poco. Fammi sapere che te ne pare ;)

Posta un commento