Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

venerdì 19 ottobre 2012

Imprevisti

Scusate se non ho pubblicato post in questo periodo, ma sono stato davvero molto impegnato prima a cercare una stanza in affitto e poi a gestire un imprevisto che mi ha sconvolto le priorità. Si tratta di un problema familiare piuttosto grave che mi costringerà a tornare ad Acireale. Purtroppo non posso chiedere così presto il trasferimento all'Università di Catania e non potrò tornare a Torino per gli esami, quindi ho dovrò abbandonare l'università. Così facendo perderei un anno, ma non posso farci nulla. Vorrei rimanere a Torino e continuare a studiare, ma allo stato attuale dei fatti non è possibile. Però non voglio abbattermi: devo imparare ad affrontare gli imprevisti e a rialzarmi.

Non so se l'anno prossimo tornerò a Torino o rimarrò a Catania. Il problema non è l'università perché tanto farò solo la triennale qui in Italia (la specialistica vorrei farla in Scozia o in Irlanda), il problema è la città. Torino è stupenda, è la mia città preferita, mentre Catania non mi piace per nulla e ha mille problematiche (a cominciare dai trasporti pubblici). Inoltre odio il clima culturale della provincia di Catania: rozzezza, ignoranza, ineleganza e superficialità sono caratteristiche molto diffuse. Però le eccezioni ci sono e, anche se rare, io ho sempre avuto la fortuna di scovarle.
Boh, ho un bel po' di mesi per decidere se rimanere qui o tornare al nord. Tanto l'anno prossimo dovrò rifare i test di ammissione e nessuno mi vieta di provare in più università.

Concludo avvertendovi che fra poco uscirà il nuovo numero di "Fralerighe - Fantastico". Stay tuned!
When you think there’s no way out
And all you see collides
Hope will in the end chase all your fears away
[...]
When you think there’s no way out
Leave everything behind
You can live your life anew
"Delirium" (Epica)

5 commenti:

Aislinn ha detto...

In bocca al lupo per tutto!

M. G. Prometheus ha detto...

Crepi il cacciatore! Avrei preferito rimanere a Torino e poter continuare l'università senza perdere un anno, ma purtroppo non è possibile allo stato attuale dei fatti. Mi dispiace molto, ma voglio comunque guardare i lati positivi :)

Carolina Duepuntozero ha detto...

A volte si è costretti ad optare scelte dure e penalizzanti perché c'è solo una strada da seguire. Sono felice che riesci a trovare aspetti positivi da questa emergenza. Spero che continuerai ad avere ben chiara la transitorietà di quest'esperienza e sono sicura che tutto questo ti rafforzerà e fornirà competenze che sui banchi di scuola difficilmente troveresti.Ti auguro il meglio!

ATNO ha detto...

Mi dispiace molto. Spero che quello che è successo, sebbene ti abbia costretto ad una scelta così dura, non sia così grave. Sono contento, comunque, che tu riesca a trovare sempre i lati positivi. :) Per quanto riguarda l'anno prossimo, ne hai di tempo per pensare, ma ti consiglio Torino. E' la tua città preferita, no? :)

M. G. Prometheus ha detto...

Carolina, sono costretto a trovare i lati positivi. In caso contrario mi deprimerei troppo, e sono già un tipo melanconico di mio xD
ATNO, sì, io amo Torino! Ma non dipende solo da me. In famiglia non abbiamo tanti soldi. Anzi, arriviamo appena a fine mese. Però i miei genitori mi hanno fatto un'assicurazione sulla scuola e, avendo preso 100 alla maturità, l'anno prossimo riceverò il doppio dei soldi versati. Sono un bel po', ma ne ho già speso una parte (anticipata con dei risparmi), quindi non so se quelli rimasti mi basteranno per tornare a Torino. Qui per lo meno non pago l'affitto e la vita costa di meno. Quindi boh, sarà un calcolo che mi farò l'anno prossimo, per adesso non voglio né posso pensarci! Una cosa alla volta ;)
Riguardo al problema familiare, era una cosa grave, ma ora che sono tornato giù è sotto controllo e quindi va meglio :)

Posta un commento